Manca una regola analoga a quella stabilita per il personale non dirigente e va quindi applicato un principio generale che divide convenzionalmente la retribuzione mensile per 30.

La retribuzione giornaliera del personale dirigente dell'area Enti locali si determina dividendo la retribuzione mensile per 30. Ad affermarlo l'Aran che fa risalire alla mancanza di una regola analoga a quella stabilita per il personale non dirigente dall'articolo 52 del CCNL del 14 settembre 2000, la previsione dell'applicazione di un criterio di portata generale.

Solo per il personale non dirigente, qualora occorra retribuire una prestazione lavorativa o effettuare un recupero la cui durata risulti inferiore al mese, per la determinazione del valore economico della retribuzione trova applicazione la regola del "divisore 26".La retribuzione giornaliera del personale dirigente dell'area Enti locali si determina dividendo la retribuzione mensile per 30. Ad affermarlo l'Aran che fa risalire alla mancanza di una regola analoga a quella stabilita per il personale non dirigente dall'articolo 52 del CCNL del 14 settembre 2000, la previsione dell'applicazione di un criterio di portata generale.
Solo per il personale non dirigente, qualora occorra retribuire una prestazione lavorativa o effettuare un recupero la cui durata risulti inferiore al mese, per la determinazione del valore economico della retribuzione trova applicazione la regola del "divisore 26".


  • Grafiche E. Gaspari Srl
  • Via M. Minghetti 18
  • 40057 Cadriano
  • di Granarolo Emilia (Bologna)
  • Certificazione ISO
  • Certificazione
    UNI EN ISO 9001
    per i servizi di stampa e postalizzazione

© Copyright 2019 Gaspari S.r.l.