Il Ministero dell'Interno dà il via libera al completamento del piano di dispiegamento per abilitare gradualmente tutti i comuni all'emissione della nuova CIE

Con circolare n.8/2017 del 6 settembre, il Ministero dell'Interno (Servizi Demografici) comunica l'avvio, a partire dal prossimo 2 ottobre, della terza e ultima fase del piano per l'emissione della carta di identità elettronica (CIE) in tutti i comuni.

Di fatto, la circolare dà il via libera per abilitare gradualmente tutti i comuni all'emissione della nuova CIE. Vengono quindi ribadite le indicazioni, già illustrate peraltro nella precedente circolare n.4/2017, per attivare il piano di dispiegamento delle postazioni di lavoro CIE presso tutti i comuni

Nello specifico, l'infrastruttura telematica consentirà agli uffici di collegarsi con una "Smart card operatore" (SCO) al portale del ministero dell'Interno "CIEOnline" per l'acquisizione dei dati del cittadino che saranno trasmessi per la certificazione, con un canale sicuro, al Centro nazionale dei servizi demografici (CNSD). Il centro potrà così inviarli all'Ipzs per la produzione e la consegna del documento elettronico all'indirizzo del richiedente.

Nel documento si evidenzia altresì che:

  • nell'Allegato tecnico n.2 "Postazioni di lavoro per la carta di identità elettronica (CIE)" sono forniti tutti i dettagli delle dotazioni ai comuni congiuntamente ai prerequisiti necessari all'installazione delle medesime;
  • i comuni devono procedere all'inserimento sul sistema del Ministero dell'Interno, indicato nella circolare 18/2016, delle informazioni previste dall'allegato tecnico sopracitato;
  • nel momento in cui le postazioni saranno operative, il singolo comune (o la singola municipalità) dovrà rilasciare la nuova CIE abbandonando la modalità di emissione della carta di identità in formato cartaceo salvo i casi di reale e documentata urgenza segnalati dal richiedente per motivi di salute, viaggio, consultazione elettorale e partecipazione a concorsi e gare pubbliche. La carta di identità cartacea, inoltre, potrà essere rilasciata anche nel caso in cui il cittadino sia iscritto all'AIRE;
  • il processo di emissione della CIE prevede la convalida dei dati anagrafici presso l'Anagrafe nazionale della popolazione residente (ANPR): in attesa del subentro di ANPR alle anagrafi comunali, tale fase di convalida avviene sul sistema INA (Indice nazionale anagrafi) del Ministero dell'Interno;
  • si invitano i sindaci dei comuni ad adottare ogni utile iniziativa per accelerare il subentro del sistema ANPR del proprio comune al fine di non ostacolare il processo di dispiegamento della CIE.
     

Allegati alla circolare

  • Allegato 1: riguarda il piano di dispiegamento delle postazioni di lavoro CIE, con il periodo di installazione assegnato a ogni comune, la data del corso di formazione, il polo formativo di riferimento e il numero di posti assegnati;
  • Allegato 2 (tecnico): definisce le caratteristiche delle postazioni, i prerequisiti e la procedura necessari all'installazione della postazione e infine l'utilizzo delle postazioni la cui manutenzione spetta al ministero dell'Interno;
  • Allegato 3: è indirizzato alle Prefetture e si concentra sul piano di formazione in aula per i comuni coinvolti nell'emissione della CIE

Si rende noto, infine, che è stato allestito un centro di assistenza per il rilascio del documento dedicato a comuni(telefono: 800 098 738, email: cie.comuni@interno.it) e cittadini (telefono: 800 263 388, email: cie.cittadini@interno.it). Ulteriori informazioni sono disponibili sul portale CIE http://www.cartaidentita.interno.gov.it/.

In allegato:


  • Grafiche E. Gaspari Srl
  • Via M. Minghetti 18
  • 40057 Cadriano
  • di Granarolo Emilia (Bologna)
  • Certificazione ISO
  • Certificazione
    UNI EN ISO 9001
    per i servizi di stampa e postalizzazione

© Copyright 2017 Gaspari S.r.l.