AgID: da settembre 2018 a oggi le nomine dei responsabili per la transizione al digitale (RTD) nelle pubbliche amministrazioni italiane sono aumentate di oltre il 50%, passando da 2.939 alle attuali 4.416

L'AgID, a margine della riunione di oltre 250 responsabili per la transizione digitale riunitisi a Roma nell'ambito di ForumPA per confrontarsi con AgID e Ministro della PA Bongiorno sul nuovo Piano Triennale (seconda conferenza dei RTD), ha reso noto che è cresciuto il numero di pubbliche amministrazioni che hanno nominato un proprio dirigente incaricato di coordinare i progetti di trasformazione digitale.

Da settembre scorso a oggi, infatti, le nomine dei responsabili per la transizione al digitale (RTD) nelle pubbliche amministrazioni italiane sono, infatti, aumentate di oltre il 50%, passando da 2.939 alle attuali 4.416.

Conferenza dei RTD: cos'è 

La Conferenza dei Responsabili per la Transizione al Digitale (Conferenza) è uno strumento di dialogo, raccordo e supporto verso i RTD delle amministrazioni italiane al fine di promuovere la trasformazione digitale inclusiva delle PA.

La Conferenza ha le seguenti finalità:

  • innescare un processo di mutua collaborazione tra i RTD attraverso la creazione di un modello di rete  che possa stimolare il confronto, valorizzare le migliori esperienze e la condivisione di conoscenze e di progettualità;
  • promuovere processi di coordinamento tra le pubbliche amministrazioni, sia nell’ambito dei progetti e delle azioni del Piano Triennale per l'informatica nella PA, sia nell’ambito di nuove iniziative che maturino dai territori.

La Conferenza supporta le amministrazioni ad attuare gli obiettivi di transizione al digitale previsti dal Piano Triennale, evidenziando e condividendo fabbisogni, esperienze e criticità, al fine di definire strumenti, metodologie, soluzioni replicabili in tutte le PA.

La Conferenza è ad assetto variabile, convocata per gruppi di amministrazioni o su temi specifici.

I I 6 tavoli della Conferenza del 15 maggio 2019 a Roma hanno trattato temi strategici per la trasformazione digitale delle PA, correlati a specifiche linee di azione del Piano Triennale:

  • Applicazione del principio Once only verso le imprese;
  • strategia per favorire il riuso del software; 
  • Cybersecurity e privacy by design;
  • mobilità delle merci e modello Smart Landscape;
  • Switch off verso i servizi digitali;
  • Performance, management e competenze.

RTD: la normativa attuale

Ricordiamo che, come sottolineato nella circolare n.3/2018 del 1° ottobre della Funzione Pubblica, le amministrazioni pubbliche devono con solerzia individuare al loro interno un Responsabile per la Transizione al Digitale (RTD), come previsto dall'art. 17 del d.lgs. 82/2005, "Codice dell'amministrazione digitale" e alla relativa registrazione sull'Indice delle pubbliche amministrazioni (IPA - www.indicepa.gov.it).

Per tutti i dettagli sui compiti del RTD, si rimanda all'approfondimento contenuto nel Memoweb n. 184 del 3/10/2018.

La comunicazione all'IPA su RTD

Importante: una volta effettuata la nomina della nuova figura occorre comunicarne i dati sull'Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA). Nello specifico, al punto 9.11 della guida IndicePA viene infatti spiegato che, effettuato l'accesso all'area riservata, occorre selezionare la funzione Gestione Unità Organizzative in modo da accedere all'elenco degli uffici disponibili tra cui il "precaricato" Ufficio per la transizione al digitale. Selezionando tale ufficio si entra nel dettaglio delle informazioni da inserire: regione, provincia, comune, indirizzo, telefono, email, Nome e Cognome del RTD, email personale.


  • Grafiche E. Gaspari Srl
  • Via M. Minghetti 18
  • 40057 Cadriano
  • di Granarolo Emilia (Bologna)
  • Certificazione ISO
  • Certificazione
    UNI EN ISO 9001
    per i servizi di stampa e postalizzazione

© Copyright 2019 Gaspari S.r.l.