L'Inps pubblica le istruzioni per richiedere l'assegno di natalità/bonus bebè: per i nati fino al 15 marzo 2019 domande entro il 13 giugno p.v.

Con circolare 85/2019 del 7 giugno, l'Inps ha fornito tutti i dettagli operativi in merito alla richiesta dell'assegno di natalità/bonus bebè di cui all'art.23-quater del decreto-legge 119/2018. L'assegno, esente da imposte, è previsto dalla Legge di Bilancio 2017 e sarà corrisposto su domanda anche per l'anno corrente (2019).

Spettanti

Il premio alla natalità è riconosciuto alle donne gestanti o alle madri che siano in possesso dei requisiti attualmente presi in considerazione per l'assegno di natalità già previsti dalla Legge di Stabilità del 2014. Quindi vi rientrano le donne residenti in Italia, comprese le cittadine non comunitarie in possesso dello status di rifugiato politico, alle quali è richiesto il possesso del permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo, oppure di una delle carte di soggiorno per familiari di cittadini Ue.

L'importo dell'assegno

Una novità importante riguarda la maggiorazione del 20% dell'importo dell'assegno, in caso di figlio successivo al primo, nato o adottato tra il 1° gennaio 2019 ed il 31 dicembre 2019.

La regola generale specifica che la misura dell'assegno dipende dal valore dell'Isee minorenni e, in particolare:

  • nel caso in cui il valore dell'Isee minorenni non sia superiore a 25 mila euro annui, l'importo ammonta a 80 euro al mese per un massimo di 12 mesi (960 euro annui); ove sia applicata la maggiorazione (20%) l'importo complessivo è di 96 euro al mese per un massimo di 12 mesi (1.152 euro annui);
  • nel caso in cui il valore dell'Isee minorenni non sia superiore a 7.000 euro annui, l'importo ammonta a 160 euro al mese per un massimo di 12 mesi (1.920 euro annui); ove sia applicata la maggiorazione (20%), l'importo mensile è di 192 euro al mese per un massimo di 12 mesi (2.304 euro annui).

NB - la durata massima di erogazione dell'assegno è di 12 mensilità.

Scadenze per presentazione domande

La domanda deve essere presentata da uno dei genitori entro 90 giorni dalla nascita oppure dalla data di ingresso del minore nel nucleo familiare a seguito di adozione avvenuti tra il 1° gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019.

In presenza di tutti i requisiti, la prestazione è riconosciuta a decorrere dal giorno di nascita o di ingresso nel nucleo familiare del minore.

Se la richiesta è presentata oltre il termine di 90 giorni, l'assegno decorre dal mese di presentazione della domanda. Il termine di 90 giorni si computa secondo il calendario comune: non si computa il giorno iniziale e il termine si perfeziona con lo spirare dell'ultimo istante del giorno finale. Se il termine scade in un giorno festivo, è prorogato di diritto al giorno seguente non festivo.

Per le nascite, adozioni o affidamenti avvenuti tra il 1° gennaio e il 15 marzo 2019, l'Inps stabilisce che il termine di 90 giorni per la presentazione della domanda decorre dal 15 marzo 2019. Pertanto, per tali domande, il termine di per presentare la domanda e godere del bonus bebè a partire dalla data di nascita o ingresso del neonato/minore in famiglia scade il prossimo 13 giugno. Le domande possono essere presentate anche tardivamente, ossia oltre il 13 giugno, ma in tal caso l'assegno decorrerà dalla data di presentazione della domanda.


  • Grafiche E. Gaspari Srl
  • Via M. Minghetti 18
  • 40057 Cadriano
  • di Granarolo Emilia (Bologna)
  • Certificazione ISO
  • Certificazione
    UNI EN ISO 9001
    per i servizi di stampa e postalizzazione

© Copyright 2019 Gaspari S.r.l.